Riscaldare casa: come farlo con un occhio al risparmio

Riscaldare casa: come farlo con un occhio al risparmio

 

L'equilibrio tra comfort termico e risparmio energetico

Quando arriva la stagione invernale non c'è niente di meglio che starsene al caldo nella propria abitazione. Eppure, con l'arrivo dei primi freddi sorge l'eterna questione del riscaldamento – una delle maggiori spese per le famiglie – indispensabile per affrontare le basse temperature in tutta serenità. Per garantire il comfort termico alla propria casa risparmiando energia basta conoscere le giuste temperature per riscaldare gli interni, stanza per stanza. Perché non basta accendere i termosifoni per riscaldare casa al meglio, per il pianeta come per il nostro portafoglio, è comunque necessario mantenere una temperatura gradevole nelle stanze tenendo anche in considerazione il risparmio energetico e il rispetto per l'ambiente. Vediamo insieme alcuni suggerimenti utili a mantenere il calore nella tua casa.

Come tenersi al caldo in casa

La temperatura esterna influisce sull'isolamento della casa, sul tipo di riscaldamento, sul livello di umidità, ecc., invece la sensazione di caldo o freddo varia a seconda del metabolismo, della nostra età, dello stato di salute, del ritmo di vita. Non tutti abbiamo la stessa concezione di comfort termico. Quando siamo in casa, ovviamente svolgere lavori come quelli domestici non ci fa avvertire freddo, mentre stando seduti davanti al computer o sul divano a guardare la TV qualche brivido possiamo avvertirlo. 

Pertanto, nel rispetto delle disposizioni relative all'accensione dei riscaldamenti previste per ciascuna regione del territorio nazionale, ci sono tanti accorgimenti e tante soluzioni per riscaldare casa e mantenerla confortevole senza spendere troppo.

Nel nostro paese, la temperatura media consigliata per la regolazione del riscaldamento in casa è di 19 ° C, e vale soprattutto per gli ambienti in cui si soggiorna maggiormente: salotto, sala da pranzo e cucina, ed eventuale studio.

Nelle camere da letto degli adulti bastano dai 16° ai 18 ° C, un po' di più in quelle dei bambini. Sembra poco, quando ci si infila sotto le lenzuola inizialmente sentiamo freddo, ma la temperatura corporea tenderà a salire rapidamente durante la notte, di contro, una stanza surriscaldata interromperebbe la qualità del sonno e provocherebbe mal di testa al risveglio. 

Il record di calore è dedicato al bagno, la cui temperatura prevista è di 22 ° C al momento dell'uso, soprattutto al mattino o quando si voglia fare una doccia. Per questo, meglio scegliere un impianto di riscaldamento connesso o programmabile che abbassi la temperatura durante il giorno e che salga al momento del rientro, o quando viene rilevata una presenza.

Ottimizza il lavoro del sistema di riscaldamento evitando sprechi inutili

Affinché un impianto di riscaldamento sia efficiente e mantenga una temperatura costante in una stanza, è necessario osservare alcune regole molto semplici:

  • libera lo spazio intorno alle fonti di calore, qualsiasi oggetto o mobile posto davanti a un radiatore interferisce con la distribuzione del calore nella stanza;
  • per accentuare la diffusione del calore e diffonderlo a tutto l'ambiente si può posizionare una pellicola isolante o un pannello riflettente sulla parete dietro il calorifero;
  • spolvera regolarmente i caloriferi, la polvere limita l'efficace diffusione del calore, in tal modo puoi limitare i consumi eccessivi del riscaldamento e respirare un'aria più sana;
  • tieni le porte chiuse, che tu sia dentro o meno, l'aria all'interno della stanza non si disperde e la temperatura non oscilla;
  • isola le finestre, se non hanno i doppi vetri, incollaci una lastra di vetro di grandi dimensioni, solo così potranno trattenere calore. Allo stesso modo, se noti che l'aria riesce a passare attraverso gli spazi dei telai delle porte, ricorri ad una guarnizione o alla schiuma isolante; 
  • usa un umidificatore, il livello di umidità in una stanza è un fattore importante per il trasporto e la diffusione del calore; 
  • vesti le pareti della stanza, se affacciano sull'esterno della casa tendono ad essere più fresche, meglio coprirle con dei mobili, evitando, però, di attaccarli al muro, le perdite di calore saranno, quindi, ridotte e la tua stanza manterrà una temperatura più piacevole;
  • copri i pavimenti con i tappeti, che non sono solo decorativi e danno atmosfera, ma rappresentano un ottimo isolante, utili, pertanto, per mantenere il calore in una stanza che altrimenti verrebbe disperso anche fino 10%;
  • lascia entrare il sole, i raggi UV potranno così riscaldare l'ambiente anche nelle giornate più fredde, le stanze esposte a Sud sono ovviamente le più favorite. Per lo stesso motivo, al calar della notte ricordati di chiudere le tende e le persiane o serrande così da avere un'efficace protezione contro il freddo e far trattenere calore nella stanza;
  • arieggia la stanza ogni giorno, bastano solo 5-10 minuti per rinnovare l'aria, se intorno a mezzogiorno e poco prima di andare a dormire apri le finestre, il riscaldamento sarà più efficiente; 
  • inoltre, per il miglioramento del comfort abitativo e la riduzione dei consumi energetici puoi anche ricorrere alla coibentazione e all'isolamento termico delle pareti interne tramite pannelli isolanti e, ove possibile, al cappotto termico esterno, che consente anche l'isolamento acustico. 

Stimacasa – Professionisti del settore immobiliare

Stimacasa è un franchising immobiliare sito in Roma che gestisce una grande rete di affiliati sia a livello locale che nazionale.

La professionalità, le competenze tecniche e di marketing e l'assistenza personalizzata, caratterizzano tutti nostri consulenti che sapranno accompagnarti e aiutarti durante il tuo percorso di acquisto o di vendita del tuo immobile.

Siamo presenti su tutto il territorio italiano, contattaci per maggiori informazioni e richieste via telefono oppure compila il modulo direttamente dal nostro sito. Un nostro consulente dedicato ti ricontatterà prima possibile.